Stage Open Water Swimming Isola d’Elba 06 -13 Giugno 2020

In Breve

Date

06-13 Giugno


Come arrivare

Per raggiungere l'Isola d'Elba:
E' necessario raggiungere il porto di Piombino da cui si effettuerà lo spostamento in traghetto. Le compagnie navali che effettuano il servizio sono: Toremar , Moby Lines , Elba Ferries , Blue Navy . Si ricorda che l'Hotel San'Andrea è convenzionato con le compagnie dei traghetti e quindi prima di prenotare suggeriamo contattare direttamente l'Hotel.


Sistemazione

I partecipanti saranno ospitati presso l'Hotel Sant'Andrea, in camere doppie o matrimoniali. L'Hotel immerso nel verde è il posto ideale per gli amanti della natura. Situato sulla costa settentrionale dell'Elba a poche centinaia di metri dal mare dista circa 30 km da Portoferraio. Per raggiungere le spiagge i partecipanti potranno comunque usufruire del servizio navetta messo a disposizione dall'Hotel.


Pasti

Colazione, pranzo e cena saranno serviti presso l'Hotel Sant'Andrea. Se richiesto dal programma e dalle attività sarà possibile anche consumare il pranzo al sacco sulla spiaggia, senza quindi rientrare in Hotel. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.


Cosa portare

sandali da trekking per camminare su sentieri sconnessi e su roccia adatti anche a entrare in acqua; torcia (possibilmente subacquea); macchina fotografica (possibilmente subacquea); una penna USB (per memorizzare le foto della vacanza); un capello per la protezione dai raggi solari, sacca telata (tipo Ikea), posate da campo e un coltellino multiuso. Suggeriamo, inoltre, un abbigliamento pratico e sportivo che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa.


Temperature e condizioni meteo 

Giugno: temperatura media dell’aria 24°; temperatura media del mare 22°.
Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.


Contributi

€ 685 + € 30 (quota associativa)
minimo 10 partecipanti


Il contributo include

7 notti di pensione completa (colazione, pranzo, cena); 6 giorni di attività Swimtrekking; assistenza e guida istruttori e guide Swimtrekking; attrezzature Swimtrekking; corso Open Water Swimming; maglietta e cuffia Swimtrekking; assicurazione e tesseramento ASD Swimtrekking.


Il contributo non include

Il viaggio per e dall'isola d'Elba; assicurazioni integrative; commissioni bancarie; tutto quanto non espressamente indicato nel contributo include.


Stage Open Water Swimming Isola d’Elba 06 -13 Giugno 2020

SWIM & RELAXdallas-morgan-HuXaTzMDNWc-unsplash

Il programma Stage Open Water Swimming offre la possibilità a tutti/e gli/le appassionati/e di praticare ed esperire attività formative, volte ad acquisire piena coscienza del sé in totale sicurezza, necessarie per l’attività del nuoto in acque libere sia a un livello amatoriale sia competitivo. Gli obiettivi da percorrere riguardano la tecnica natatoria, la gestione e la consapevolezza delle proprie risorse psicofisiche durante nuotate medio-lunghe, la gestione dello stress, le tecniche basilari dell’apnea, le capacità orientative, la conoscenza del mare- correnti e venti, e la sicurezza nel nuoto Open Water. Il programma prevede una settimana di lezioni teoriche in aula alternate a lezione pratiche in mare, gestite da un Team di professionisti con esperienza decennale nel nuoto indoor e in acque libere. Questa vacanza di nuoto viene intesa come un’occasione che permetterà al partecipante di acquisire saperi e esperienze utili al raggiungimento di qualsiasi tipo di traguardo, in totale serenità, con l’obiettivo di maturare una educazione all’ambiente marino altamente formativa . Sono inoltre previste lezioni divulgativo-scientifiche (sia in aula che in mare) di Biologia marina e tematiche riguardanti l’Ambientalismo e la salvaguardia della grande risorsa marina- molto care al Team Swimtrekking che da decenni si spende in prima linea nella sensibilizzazione della popolazione e nella pratica di pulizia del mare e delle spiagge del Mediterraneo.  Da non trascurare è l’aspetto vacanziero che renderà lo stage settimanale sorprendentemente piacevole e alla portata di tutti i nuotatori, principianti e non.

*Ogni attività a mare sarà svolta in totale sicurezza, seguendo le normative del Protocollo Swimtrekking.

Progetto Swimtrekking

Le escursioni Swimtrekking consentono ai partecipanti di maturare un’esperienza autentica e totalizzante dell’ambiente marino, attraverso il nuoto. Le esperienze che si matureranno in acqua saranno occasione di confronto su tematiche come la tutela e la salvaguardia del mare. In quanto professionisti spinti da una grande passione, il Team Swimtrekking è impegnato in progetti Citizen Science volti a rendere il partecipante maggiormente consapevole dell’importanza che l’ambiente marino svolge per l’essere umano e per l’intero Pianeta.

La vacanza di nuoto Swimtrekking sarà realizzata seguendo i seguenti progetti:

  1. Pratica del nuoto in acque libere, correlata da analisi tecnica della nuotata e consulenza personalizzata al fine di migliorare le proprie capacità natatorie;
  2. Lezioni di Biologia Marina divulgativo-scientifiche- riconoscimento, censimento e reportage fotografico delle specie marine.
  3. Censimento dell specie marine aliene e delle meduse. In collaborazione con il Consorzio Nazionale Interuniversitario (CONISMA), Swimtrekking porta avanti il progetto Citizen Science di raccolta informazioni su avvistamenti di meduse e specie non-indigene diurne, che vivono nei primi 5-10 m di profondità.
  4. Recupero dei rifiuti (trasportabili) in acqua e pulizia delle spiagge nei punti di sosta previsti durante l’attività.
  5. Marine & Beach Litter- indagine sulla quantità e tipologia di rifiuti raccolti al fine di contribuire alla Direttiva Europea di Marine Strategy.

Attrezzature

Le attrezzature necessarie per praticare lo Stage di nuoto in acque libere sono: occhialini da nuoto, snorkel frontale, mezze pinne da piscina. Inoltre le attrezzature necessarie per praticare lo Swimtrekking in acque libere sono pinne da snorkeling, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino (zaino stagno galleggiante in fibra di vetroresina), maglietta di lycra a maniche lunghe, calzari in neoprene da 2mm.

Maschera, boccaglio, pinne da snorkeling, muta e barkino saranno messe a disposizione dall’A.S.D.Swimtrekking, qualora i partecipanti ne facessero esplicita richiesta.paolo-bendandi-AbdkslrlDqM-unsplash

Elba

L’isola d’Elba è la più grande delle isole dell’Arcipelago Toscano, e la terza più grande d’Italia (223 km²). L’Elba, assieme alle altre isole dell’arcipelago (Pianosa , Capraia, Gorgona, Montecristo, Giglio e Giannutri) fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Il territorio si presenta piuttosto variegato e diviso in più parti a seconda della sua conformazione e dell’era geologica in cui si è formato. A ovest troviamo la zona montuosa dominata al centro dal Monte Capanne (1019 m s.l.m.), la vetta più alta dell’isola. Al centro si presenta un tratto prevalentemente pianeggiante mentre a est si trova l’area collinare che corrisponde alla parte più antica dell’isola. Le zone costiere si estendono per 147 km, lasciando immaginare la varietà degli scenari che l’isola può offrire.
Ritenuto un polo strategico, l’Elba è stata da sempre luogo di conquiste e di saccheggi e ha visto alternarsi etruschi, romani, Ostrogoti e Longobardi; senza dimenticare dell’annessione dell’isola all’impero francese avvenuta nel 1802- l’imperatore Napoleone Bonaparte fu esiliato all’Elba nel 1814 e vi rimase 10 mesi come sovrano del Principato dell’Isola dì’Elba. L’isola, dunque, presenta stratificazioni storico-culturali importanti che impreziosiscono scenari paesaggistico-marini meravigliosi, in una soluzione unica al mondo!

Date

06-13 Giugno

Dove

Inizio del campo: 06 Giugno presso l’Hotel Sant’Andrea
Orario di inizio: ore 12.00.
Fine del campo: 13 Giugno presso l’Hotel Sant’Andrea
Orario di conclusione: ore 08.30.

Giornata tipo Swimtrekking

Ore 8.30- Prima colazione.
Ore 9.30- Briefing di introduzione all’attività giornaliera:
Ore 10.00- Trasferimento al punto di ingresso in acqua.
Ore 10.30- Ingresso in acqua e inizio lezione di nuoto/ambientamento/tecnica/orientamento/sicurezza in mare/apnea
Ore 13.30- Pranzo in albergo
Ore 15.30- Lezione teorica con presentazione video e foto; analisi della nuotata; teoria di base sulla pianificazione dell’itinerario di nuoto a mare; analisi delle condizioni meteo-marine: venti e correnti; protocollo di sicurezza del nuoto in acque libere; tecniche di nuoto in coppia e in gruppo; biologia marina; alimentazione; educazione ambientale.
Ore 16.30- Ingresso in acqua e pratica dell’escursione di nuoto a mare.
Ore 18.00- Relax
Ore 20.00- Cena.
Ore 21.30- Briefing di fine giornata e momento di confronto sulle esperienze vissute in mare.

*Sarà inoltre possibile- laddove fosse valutato dall’istruttore- realizzare un’escursione di un giorno intero, in pieno stile Swimtrekking, che permetterà al partecipante di assaporare un modo diverso di vivere il mare, attraverso la consapevolezza acquisita, la sicurezza di nuotare in gruppo e il piacere della scoperta.

Come arrivare

Per raggiungere l’Isola d’Elba:
E’ necessario raggiungere il porto di Piombino da cui si effettuerà lo spostamento in traghetto. Le compagnie navali che effettuano il servizio sono: Toremar , Moby Lines , Elba Ferries , Blue Navy . Si ricorda che l’Hotel San’Andrea è convenzionato con le compagnie dei traghetti e quindi prima di prenotare suggeriamo contattare direttamente l’Hotelisland-545189

Sistemazione

I partecipanti saranno ospitati presso l’Hotel Sant’Andrea, in camere doppie o matrimoniali. L’Hotel immerso nel verde è il posto ideale per gli amanti della natura. Situato sulla costa settentrionale dell’Elba a poche centinaia di metri dal mare dista circa 30 km da Portoferraio. Per raggiungere le spiagge i partecipanti potranno comunque usufruire del servizio navetta messo a disposizione dall’Hotel.

Pasti

Colazione, pranzo e cena saranno serviti presso l’Hotel Sant’Andrea. Se richiesto dal programma e dalle attività sarà possibile anche consumare il pranzo al sacco sulla spiaggia, senza quindi rientrare in Hotel. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.

Temperature e condizioni meteo

Giugno: temperatura media dell’aria 24°; temperatura media del mare 22°.
Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.

Cosa portare

Suggeriamo: sandali da trekking per camminare su sentieri sconnessi e su roccia adatti anche a entrare in acqua; torcia (possibilmente subacquea); macchina fotografica (possibilmente subacquea); una penna USB (per memorizzare le foto della vacanza); un capello per la protezione dai raggi solari, sacca telata (tipo Ikea), posate da campo e un coltellino multiuso. Suggeriamo, inoltre, un abbigliamento pratico e sportivo che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa.

Requisiti richiesti

Per poter partecipare a questa speciale vacanza di nuoto Swimtrekking viene richiesta una certa passione per il nuoto in acque libere e per la pratica delle attività sportive all’aperto. L’attività dello Swimtrekking si basa sul nuoto. Sarà quindi fondamentale che tutti i partecipanti sappiano nuotare i due stili principali: lo stile libero e lo stile dorso- seppur non ne è assolutamente richiesta una conoscenza approfondita. Ricordiamo inoltre che l’obiettivo della vacanza è di affinare la tecnica natatoria, di sviluppare migliori capacità orientative e un maggior livello di acquaticità in acqua- fondamentali per la riuscita di una nuotata in acque libere.
Le vacanze Swimtrekking sono aperte ai diversamente abili fisici (autosufficienti o con accompagnatore) che si integreranno benissimo nell’attività di Swimtrekking con i normodotati.

Per poter partecipare a questa speciale vacanza di nuoto Swimtrekking viene richiesta una certa passione per il nuoto in acque libere e per la pratica delle attività sportive all’aperto. L’attività dello Swimtrekking si basa sul nuoto. Sarà quindi fondamentale che tutti i partecipanti sappiano nuotare i due stili principali: lo stile libero e lo stile dorso. Specifichiamo inoltre che non sono assolutamente importanti i tempi di percorrenza e la tecnica individuale ma una discreta capacità di resistenza. Si richiede quindi una certa consuetudine con l’attività sportiva di qualsiasi genere sia pur blanda. Le persone molto sedentarie non sono adatte a questo tipo di esperienza.

Le vacanze Swimtrekking sono aperte ai diversamente abili fisici (autosufficienti o con accompagnatore) che si integreranno benissimo nell’attività di Swimtrekking con i normodotati.

I punti di interesse

Le Spiagge

Le spiagge dell’Isola d’Elba sono oltre 150. Tra le più belle abbiamo si annoverano la spiaggia di Sansone a Portoferraio, molto frequentata dagli appassionati di snorkeling per il mare di un blu profondo e la sabbia chiara, incastonata tra l’acqua cristallina e la scogliera bianca; la spiaggia di Forno, sempre a Portoferraio che si presenta come una piccola caletta riparata dalla sabbia finissima e dal mare splendido- una perla immersa nella natura selvaggia, la spiaggia Laconella si affaccia sul Golfo di Lacona, a Capoliveri, ed è molto adatta per isolarsi dal caos e dai lidi attrezzati poichè molto piccola e appartata; l’incantevole spiaggia di SAnt’Andrea, piccola e difficile da raggiungere vi avvolgerà con la sua bellezza di finissima sabbia bianca incorniciata dagli scogli di granito; la spiaggia Cala dei Frati, una piccola baia di ghiaia bianca che si sviluppa tra la Spiaggia delle Ghiaie e quella della Padulella. Tranquilla perché difficilmente raggiungibile, offre un tratto di mare ottimo per fare snorkeling: l’acqua è cristallina e il fondale è ricco di ciottoli e scogli bruni; la spiaggia Capo Bianco, a Portoferraio, presenta Fondali di ciottoli bianchi come bianca è la scogliera che la incornicia.Un tratto di costa assolutamente splendido: esposto al mare aperto, l’acqua trasparente e di colore verde. Dirigendosi verso l’estremità sud-occidentale dell’isola si arriva a Pomonte. Qui, vicino allo scoglio dell’Ogliera, si trova il relitto dell’Elviscot, un mercantile affondato nel 1972. Il relitto è meta di appassionati di immersioni subacquee ed essendo appoggiato sul fondale sabbioso a soli dieci metri di profondità è adatto anche ai principianti.

Monumenti, borghi e cultura

In questa splendida isola, dove la vegetazione rigogliosa contribuisce a creare una suggestiva atmosfera selvatica, sono presenti castelli,torri e fortezze, oltre a diversi borghi che ospitano durante l’anno numerose sagre e festività tipiche. Meritano di essere ricordati il Forte Inglese e la Fortezza del Giogo, da cui ammirare un panorama mozzafiato che spinge lo sguardo fino all’Isola del Giglio, come anche la Fortezza di Marciana, che durante l’estate ospita mostre ed eventi culturali. Tra i borghi più interessanti da visitare ci sono Rio nell’Elba, Capoliveri e Porto Azzurro, circondato da splendidi vigneti.

Il museo archeologico di Marciana venne creato nel 1968 e fu il primo museo archeologico nato all’Isola d’Elba, antecedente a quello di Portoferraio. Collocato nel luogo dell’antico pretorium, ai piedi della fortezza medioevale, il museo accoglie principalmente materiali preistorici e di cultura indigena oltre che di eta’ etrusca e romana.

Il museo archeologico di Portoferraio, aperto nel 1988, si trova negli antichi magazzini del sale della Fortezza Medicea della Linguella. Sono conservati ed esposti secondo un’organizzazione topografica, reperti etruschi e romani che vanno all’VIII sec. a.C. fino al V sec d.C. provenienti da tutto l’Arcipelago Toscano. Reperti quali anfore, vasi, armi e strumenti provenienti da relitti marini, fortezze d’altura, necropoli e ville d’ozio, ci parlano di una storia commerciale e culturale lunga secoli.

Il museo napoleonico di Villa dei Mulini, a Portoferraio, fu la residenza ufficiale di Napoleone e della sua corte dal 1804 al 1815. La Palazzina fu costruita circa un secolo prima dell’arrivo dell’imperatore, nel punto fra i più alti del centro storico, vicino ad alcuni mulini a vento che sfruttavano le frequenti brezze marine. Qui l’imperatore allestì una sontuosa sala per le feste e fece costruire giardini alla francese tra i quali spicca il meraviglioso Viale degli aranci, un giardino con vista sul golfo. Nella Palazzina dei Mulini sono conservati mobili d’epoca, armi, una biblioteca e quadri. La prima bandiera napoleonica issata sull’isola è custodita con cura: una fascia rossa in campo bianco con tre api dorate, è il simbolo dell’industriosità delle marinerie dell’isola.

Punti panoramici

Il Monte Capanne, collocato nella regione occidentale dell’Isola, con i suoi 1.000 metri di altitudine, è la vetta dell’Elba e dell’intera provincia di Livorno. Grazie alla cabinovia che parte da Marciana si può facilmente raggiungere la sommità in pochi minuti, e da lì godere di una vista unica sull’isola. Meritevole di attenzione è anche il Castello del Volterraio- la più antica fortificazione di tutta l’Isola d’Elba. Vale la pena salire fino alla cima del monte che lo ospita per ammirare i maestosi resti delle mura e godere di una vista unica sul golfo di Portoferraio.

Importante

Distanza media percorsa in mare giornalmente: 2 chilometri.

I programmi saranno guidati da Istruttori e Guide Swimtrekking qualificati. Gli istruttori Swimtrekking saranno responsabili di tutta la parte organizzativa, logistica e tecnica della vacanza Swimtrekking.
Il programma “giornata tipo” è da considerarsi orientativo. Orari e itinerari potrebbero essere soggetti a modifiche in base alle condizioni meteo-marine.cristina-gottardi-MD4oQk9SyQY-unsplash

 

Lascia un commento