Ponza e circumnavigazione di Zannone – Isole Pontine 1 – 3 giugno 2018

In Breve

Date

1-3 giugno 2018


Come arrivare

Per raggiungere l'isola di Ponza sono disponibili trasferimenti in traghetto da Formia, Terracina, Anzio, Napoli, con le compagnie di navigazione Laziomar, Vetor, Snav e Navigazione Libera.


Sistemazione

I partecipanti saranno ospitati in spaziose camere triple (camere singole e doppie su richiesta) all'interno della struttura Il Cigno un delizioso B&B situato su una collinetta sopra Cala Fonte, nella parte nord dell'isola di Ponza, la casa è immersa nel verde, con ampi spazi attorno e gode di una bella vista sul Mare. Priva d’inquinamento acustico e luminoso rappresenta la sistemazione ideale per gruppi, famiglie e coppie che intendono rilassarsi.


Pasti

La prima colazione sarà servita presso Il Cigno, mentre il pranzo si farà al sacco durante la sosta di recupero lungo la costa tra la nuotata del mattino e quella del pomeriggio. La sera la cena è prevista in un ristorante situato nei dintorni del B&B.


Cosa portare

Si consiglia di portare sandali da trekking adatti per camminare su sentieri sconnessi, sulle rocce e in grado di entrare in acqua, torcia (possibilmente subacquea), macchina fotografica (possibilmente subacquea), una penna USB o hard disk esterno (per memorizzare le foto del campo), un capello per la protezione dai raggi solari, una sacca telata (Ikea) per il trasporto delle proprie attrezzature, posate da campo, un coltellino multiuso. Suggeriamo un abbigliamento pratico e sportivo (un paio di pantaloni, t-shirt e calzoncini) che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa pesante.


Temperature e condizioni meteo

Giugno– Temperatura media dell’aria 24° ; Temperatura media del mare 20°.

Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.


Contributi

€290 + €30 (quota associativa)

per un gruppo di minimo 9 partecipanti

Noleggio attrezzature

Barkino €14 (2 giorni)
Muta €10 (2 giorni)
Maschera - boccaglio - pinne €6 (2 giorni)


Il contributo include

2 notti di pensione completa (colazione, pranzo al sacco, cena) in camere triple; trasporto via mare e via terra per le attività di swimtrekking giornaliere; 2 giorni di attività in mare; assistenza e guida istruttori e guide Swimtrekking; maglietta e cuffia Swimtrekking; assicurazione e tesseramento ASD Swimtrekking.


Il contributo non include

Il viaggio per e da Ponza, i supplementi in camera singola e doppia, le attrezzature (barkino, muta, maschera, boccaglio, pinne), tutto quanto non espressamente indicato nel contributo include.


 

Ponza e circumnavigazione di Zannone – Isole Pontine 1 – 3 giugno 2018

Effettuare la circumnavigazione di un’intera isola in una sola nuotata è un’esperienza unica ed emozionante: di quei traguardi indimenticabili che ti accompagneranno per tutta la vita. Vedere di nuovo, alla fine del percorso e a distanza di poche ore, il punto da cui si è partiti regala una soddisfazione che non ha prezzo. Ed è per questo motivo che offriamo a noi e ai nostri soci questa occasione unica. Zannone sarà solo una delle prime isole in cui ci porremo l’obiettivo di compiere la circumnavigazione completa del perimetro costiero! I 5 km di costa rientrano perfettamente nei nostri standard e nelle nostre ambizioni…Si tratta solo di non rinunciare a tale opportunità!

L’isola di Ponza presenta uno scenario paesaggistico che si annovera tra i più belli offerti dalle coste mediterranee. Grandi falesie, grotte naturali e un mare incantevole rendono quest’isola un approdo unico per gli amanti della natura! Alcune delle spiagge più belle si nascondono dietro centinaia di scalini o, come nel caso di Chiaia di Luna, si mostrano solo dopo aver attraversato un tunnel di epoca romana.

A due passi da Ponza, Zannone si presenta come la più lussureggiante e selvaggia tra le Isole Pontine. L’isola è oggi riserva naturale del Parco Nazionale del Circeo e, escluse le due guardie forestali, non è abitata dall’uomo.

Progetto Swimtrekking

I campi Swimtrekking si pongono l’obiettivo di proporre un’attività in mare che, attraverso l’escursionismo e l’esplorazione, consenta ai partecipanti di maturare un’esperienza autentica in cui confrontarsi sulle tematiche della tutela e della salvaguardia dell’ambiente marino, anche e soprattutto attraverso la conoscenza della flora e della fauna.

Gli esploratori a nuoto saranno impegnati nel monitoraggio delle zone costiere e dei fondali marini. I responsabili dell’associazione, nelle vesti di istruttori e guide qualificate, trasmetteranno le indagini effettuate sul campo ai siti web di riferimento e agli enti addetti a tale supervisione. Ad esempio, i partecipanti alimenteranno il famoso sistema di monitoraggio Meteomeduse, in cui si riporteranno le osservazioni sulla presenza, l’abbondanza, e l’identità specifica delle meduse rilevate durante le escursioni in mare. Le indicazioni contribuiscono tuttora ad arricchire un database utile per lo sviluppo di un modello statistico per la previsione della proliferazione di meduse nei mari italiani. Altro lavoro importante dei partecipanti sarà quello di recuperare in acqua, durante l’attività natatoria, materiali di rifiuto trasportabili ed effettuare la pulizia delle spiagge, nei punti di sosta previsti durante l’attività.

Attrezzature

Le attrezzature necessarie alla realizzazione del campo sono: maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino (zaino stagno galleggiante in fibra di vetroresina), maglietta di lycra a maniche lunghe, calzari in neoprene da 2mm. Ricordiamo che maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino (zaino stagno galleggiante in fibra di vetroresina), potranno essere noleggiate dall’associazione qualora i partecipanti non ne fossero in possesso.

Ponza2005 003Ponza e Zannone

Ponza è la maggiore delle Isole Pontine- il cui arcipelago comprende anche le isole di Gavi, Zannone, Palmarola, Ventotene e Santo Stefano- ed è situata nel Golfo di Gaeta, a 21 miglia nautiche a sud di Capo Circeo. La forma dell’isola è stretta e allungata, e si estende dal Faraglione La Guardia (S) a Punta dell’Incenso (NE). Le sue spiagge sono frastagliate e per lo più rocciose, composte da caolino e tufi, a dimostrazione dell’origine vulcanica dell’isola, ed offrono per questo un ambiente marino estremamente vivo. Bellissima e affascinante è la spiaggia di Chiaia di Luna, circondata da un’alta scogliera a picco sul mare. Famosi sono anche la Scogliera e i Faraglioni di Lucia Rosa.

Zannone, con la sua forma pentagonale, presenta un circuito costiero di 5 km in cui è presente un solo approdo, Punta del Varo, dove è stata riscoperta un’antica Pescheria Romana. Oltre al Faro, l’unico altro edificio presente sull’isola è Casa di Caccia- una bianca villa a due piani posizionata sulla cima del Monte Pellegrino (184 m s.l.m.), il punto più alto da cui si apre un belvedere mozzafiato sulle isole di Ponza e Palmarola. Sull’isola sono, inoltre, stati ritrovati importanti ruderi di un monastero che fu prima benedettino e poi cistercense.

Date

1-3 giugno 2018

Dove

inizio del campo: 1 giugno presso Il Cigno

orario d’inizio: ore 18.00

fine del campo: 3 giugno presso Il Cigno

orario di conclusione: ore 16.00

Giornata tipo Swimtrekking

Ore 8.30 prima colazione. Non è consigliato entrare in acqua a digiuno poiché il primo pasto della giornata è fondamentale per avere una riserva di energia in grado di garantire una buona autonomia agli swimtrekker: è importante che la prima colazione sia ricca di carboidrati

Ore 9.30 verifica dell’equipaggiamento. Controllare che tutto sia in ordine (non dimenticare mai di portare un doppione dei componenti più importanti dell’attrezzatura: maschera, boccaglio, pinne, cuffia). Preparazione dei barkini.

Ore 10.00 briefing d’introduzione per l’attività a mare. Pianificazione dell’itinerario a mare sulla base delle condizioni meteo-marine, l’attenzione dei partecipanti è indirizzata all’analisi dei venti e delle correnti, alla prevenzione dei rischi in mare, alle dinamiche del nuoto in coppia/gruppo, all’osservazione della flora e della fauna.

Ore 10.30 trasferimento al punto di partenza (a piedi o con mezzi pubblici).

Ore 11.00 ingresso in acqua e inizio attività di Swimtrekking. Questa prima parte della giornata prevede che il gruppo percorrerà la metà dell’itinerario previsto dagli istruttori per la giornata cercando di mantenere condizioni favorevoli di vento e correnti. Costituiscono parte integrante dell’esperienza in mare e dell’attività dei partecipanti: l’osservazione dei fondali marini, la scoperta dei tratti costieri meno accessibili (es. grotte e calette) e delle varietà floro-faunistiche, il recupero a mare dei materiali di rifiuto.

Ore 13.00 sosta sul litorale per un leggero pranzo al sacco che dovrà essere particolarmente leggero ma ricco di sostanze energetiche ad alta digeribilità: i generi di conforto ed eventuali accessori saranno disponibili all’interno dei barkini. Questo momento di ristoro potrebbe anche aprirsi a brevi escursioni nell’entroterra per esplorare le zone costiere: con zainetto, macchina fotografica e scarpe da ginnastica, lo swimtrekker potrà avventurarsi in luoghi dalla natura incontaminata.

Ore 16.00 ripresa delle attività di Swimtrekking per concludere l’itinerario previsto. Il viaggio avrà le medesime caratteristiche di quello concluso nella mattinata. Una nota di rilievo: durante gli orari serali si rileva di norma un incremento della fauna, a beneficio dell’osservazione dei fondali.

Ore 17.30 termine attività di Swimtrekking e rientro al punto di partenza da dove si proseguirà (a piedi o con mezzi pubblici) per la residenza.

Ore 19.30 cena. Questa sarà necessariamente molto abbondante.

Ore 21.30 briefing con la proiezione di foto e filmati. Sarà l’occasione per gli Istruttori e le Guide Swimtrekking di mettere a confronto i partecipanti sulle esperienze vissute in mare e soprattutto il momento per il coordinamento delle attività (correzioni e suggerimenti sull’attività svolta, biologia marina, conoscenze sul mare, pulizia dei fondali, ecc.).

Come arrivare

Per raggiungere l’isola di Ponza sono disponibili trasferimenti in traghetto da Formia, Terracina, Anzio, Napoli, con le compagnie di navigazione Laziomar, Vetor, Snav e Navigazione Libera.

ponza-2286766

Sistemazione

I partecipanti saranno ospitati in spaziose camere triple (camere singole e doppie su richiesta) all’interno della struttura Il Cigno un delizioso B&B situato su una collinetta sopra Cala Fonte, nella parte nord dell’isola di Ponza, la casa è immersa nel verde, con ampi spazi attorno e gode di una bella vista sul Mare. Priva d’inquinamento acustico e luminoso rappresenta la sistemazione ideale per gruppi, famiglie e coppie che intendono rilassarsi.

Pasti

La prima colazione sarà servita presso Il Cigno, mentre il pranzo si farà al sacco durante la sosta di recupero lungo la costa tra la nuotata del mattino e quella del pomeriggio. La sera la cena è prevista in un ristorante situato nei dintorni del B&B.

05tramonti_big

Temperature e condizioni meteo

Giugno– Temperatura media dell’aria 24° ; Temperatura media del mare 20°.
Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.

Cosa portare

Si consiglia di portare sandali da trekking adatti per camminare su sentieri sconnessi, sulle rocce e in grado di entrare in acqua, torcia (possibilmente subacquea), macchina fotografica (possibilmente subacquea), una penna USB o hard disk esterno (per memorizzare le foto del campo), un capello per la protezione dai raggi solari, una sacca telata (Ikea) per il trasporto delle proprie attrezzature, posate da campo, un coltellino multiuso. Suggeriamo un abbigliamento pratico e sportivo (un paio di pantaloni, t-shirt e calzoncini) che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa pesante.

Requisiti richiesti

L’attività dello Swimtrekking si basa sul nuoto. Sarà quindi fondamentale che tutti i partecipanti sappiano nuotare i due stili principali: lo stile libero e lo stile dorso. Specifichiamo inoltre che non sono assolutamente importanti i tempi di percorrenza e la tecnica individuale ma una discreta capacità di resistenza. Si richiede quindi una certa consuetudine con l’attività sportiva di qualsiasi genere sia pur blanda. Le persone molto sedentarie non sono adatte a questo tipo di esperienza. L’attività di Swimtrekking migliora la propria tecnica individuale nel nuoto, sviluppa l’autocontrollo e la conoscenza di se, fa conoscere una serie di tecniche quali l’apnea e il salvamento, studia la flora e la fauna, il moto ondoso, i venti e le correnti, rafforza e accresce le dinamiche del gruppo. Chiunque può quindi affrontare in maniera positiva l’esperienza di un campo Swimtrekking se interessato a sperimentare le conoscenze da noi proposte.

I campi Swimtrekking sono aperti anche ai diversamente abili fisici (autosufficienti o con accompagnatore) che si integreranno nell’attività di Swimtrekking con i normodotati.

Le minime conoscenze natatorie richieste a tutti per partecipare ai campi Swimtrekking sono la conoscenza dei due stili: stile libero e stile dorso.

Punti di Interesse

Essendo Ponza priva di sorgenti naturali, i Romani crearono una serie di cisterne per la raccolta dell’acqua piovana che, collegate tra di loro tramite appositi condotti, potessero servire le varie esigenze pubbliche e private del luogo. La cisterna della Dragonara risulta essere perfettamente conservata nel suo insieme: interamente scavata nel tufo, è formata da diversi ambienti separati da robusti pilastri ed è ricoperta da intonaco idraulico, il cocciopesto. In alto si notano le aperture tramite le quali aveva accesso l’acqua ed altre che ne garantivano l’uscita in caso di eccessivo riempimento.

Cala di Bagno Vecchio è il luogo perfetto per chi vuole unire l’ amore per il mare alla passione per la storia. Vi risiedevano i Galeotti condannati all’estrazione delle pietre da costruzione in epoca Borbonica. Oggi è presente una piccola Necropoli Romana di grande interesse archeologico, nonostante numerosi crolli ne abbiano compromesso l’originale bellezza. La spiaggia di ghiaia e sassi si può raggiungere solo via mare.

Cala del Core prende il nome dall’intrusione magmatica che ha donato alla roccia un disegno a forma di cuore. La Cala è la meta preferita dei romantici e può essere raggiunta solo via mare, offrendo tranquillità, un acqua splendida e cristallina ed un paesaggio molto particolare: la baia, infatti, ospita la famosa “Grotta dello Smeraldo”.

La spiaggia di Cala Felce si trova nella parte settentrionale dell’isola. Prende il nome dalle piante di felce che caratterizzano il paesaggio. Questa caletta è accessibile solo via mare e proprio per questo conserva il suo fascino e viene considerato un piccolo angolo di paradiso. C’è una grande presenza di pietre solfuree che spesso vengono utilizzate per produrre maschere viso e fanghi per il corpo.

La spiaggia di Chiaia di Luna rientra nella classifica delle spiagge più suggestive al mondo! I suoi 500 m di arenile di sabbia chiara realizzano un vero e proprio anfiteatro naturale contraddistinto da scogliere di tufo giallo e bianco a strapiombo sul mare. La peculiare curvatura a mezzaluna dell’arenile è dovuta naturalmente alla conformazione geologica del territorio. L’accesso è consentito oltrepassando un tunnel romano alla fin del quale si apre un paesaggio incantevole. Il cunicolo attraversa la montagna per 168 m; le pareti di contenimento presentano un rivestimento in opus reticolatum. Al periodo romano risale anche la necropoli situata sulla falesia della spiaggia, composta da tombe a camera scavate nella roccia

Le Grotte di Pilato sono delle peschiere di epoca romana, collegate con il mare e tra di esse attraverso dei cunicoli, scavate a Sud/Est del Porto di Ponza dagli antichi Romani. L’ utilizzo presunto di queste vasche era legato alla villa imperiale che i Romani avevano costruito sopra alle peschiere. Nel 1997 sono state rinvenute una statua romana in marmo e delle lampade ad olio.

Per quanto riguarda Zannone è importante ricordare che, da sempre, l’isola ha riportato una scarsissima e irrisoria presenza umana, risultando dunque molto interessante più dal punto di vista naturalistico che da quello storico-archeologico. E’ infatti sede di importanti endemismi floristici e faunistici- come ad esempio il falco pellegrino e il muflone.

Importante

Distanza media di percorrenza a mare giornaliera: 5 chilometri.
I programmi saranno guidati da Istruttori e Guide Swimtrekking qualificati.
Gli istruttori Swimtrekking saranno responsabili di tutta la parte organizzativa, logistica e tecnica del campo swimtrekking.
Il programma “giornata tipo” è da considerarsi orientativo. Orari e itinerari saranno sempre soggetti a modifiche in presenza di avverse condizioni meteo-marine ed eventualmente le attività potranno essere cancellate.

ponza-2186835

 

 

Lascia un commento