Pantelleria 10-17 Ottobre 2020

In Breve

Date

10-17 Ottobre


Come arrivare

Per raggiungere l'Isola di Pantelleria:

Aereo diretto per Pantelleria. Le compagnie aeree che coprono questa tratta sono Alitalia, Volotea e blu-express.

Aereo direzione Trapani o Palermo. Le compagnie aeree che coprono questa tratta sono Ryanair e Easy Jet, Alitalia, Vueling. Dall'aeroporto di Trapani o di Palermo è necessario prendere un pullman di linea della Compagnia Autolinee Segesta, oppure un taxi, in direzione Trapani Porto. Una volta giunti al porto di Trapani si prende il traghetto (notturno) per l'Isola di Pantelleria. Le compagnie navali che coprono questa tratta sono la Siremar e la Caronte&Tourist.


Sistemazione

I partecipanti saranno ospitati presso il Dammuso "Il Mare" , in camere matrimoniali e in camera doppia. Questo dammuso è situato a pochi passi dalle discese per il mare di Martingana, Balata dei turchi e Cala Levante. L'abitazione si trova in posizione esclusiva, lontana da altri insediamenti, immersa tra cielo, mare e campagna, un'isola nell'isola. La struttura si compone di tre corpi separati, collegati da un patio centrale coperto con un'incantevole vista mare-cielo. Sono presenti terrazze sul mare e vari spazi esterni attrezzati: una doccia, un lavatoio, e un cannizzato soggiorn tra gli ulivi panteschi. Palme e bucanville si integrano alla macchia mediterranea e alle coltivazioni di viti e ulivi che circondano la costruzione. Tutto intorno un ettaro di terreno di proprietà contribuisce a rendere la zona un eden incontaminato.


Pasti

La colazione e la cena sono su base self-catering presso il Dammuso "Il mare". Per il pranzo sarà preparato un pasto al sacco che verrà riposto nei barkini. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.


Cosa portare

Suggeriamo: sandali da trekking per camminare su sentieri sconnessi e su roccia adatti anche a entrare in acqua; torcia (possibilmente subacquea); macchina fotografica (possibilmente subacquea); una penna USB (per memorizzare le foto della vacanza); un capello per la protezione dai raggi solari, sacca telata (tipo Ikea), posate da campo e un coltellino multiuso. Suggeriamo, inoltre, un abbigliamento pratico e sportivo che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa.


Temperature e condizioni meteo 

Ottobre: Temperatura media dell’aria 23°; Temperatura media del mare 22°.
Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.


Contributi

€670 
minimo 6 partecipanti

Sconto attrezzature (per coloro che portano le proprie)

- €30 muta
- €18 pinne, maschera e boccaglio


Il contributo include

7 notti in camera doppia o matrimoniale presso il Dammuso Il Mare; trattamento di pensione completa: colazione, pranzo al sacco e cena modello Self-Catering; trasferimenti in macchina sull'isola per le attività di Swimtrekking; assistenza e guida istruttore Swimtrekking; 6 giorni completi di attività Swimtrekking; 1 mezza giornata per attività di ambientamento; attrezzature Swimtrekking (maschera, boccaglio, pinne, muta, barkino).


Il contributo non include

Il viaggio per e da Pantelleria; assicurazioni integrative e di viaggio; le bevande al ristorante; commissioni bancarie; attività extra e tutto quanto non espressamente indicato nel contributo include.


Quota Associativa

Si ricorda che per partecipare è necessario essere soci della ASD Swimtrekking. La quota associativa prevede un contributo annuale di €30.


La quota associativa include

Tesseramento alla ASD Swimtrekking; assicurazione; maglietta e cuffia Swimtrekking.


Pantelleria 10-17 Ottobre 2020

SWIM & EXPLORE 44120066454_801e2ba464_oIl programma Swim & Explore si prefigge l’obiettivo di far vivere ai nuotatori un’esperienza di nuoto in acque libere unica nel suo genere. Intendere il nuoto come uno strumento esplorativo in ambienti marini suggestivi e esclusivi è parte integrante della nostra filosofia. I nuotatori prenderanno parte a delle vere e proprie spedizioni natatorie che uniranno il beneficio del nuoto open water con il piacere di partecipare a un’avventura esplorativa, dal valore spiccatamente ambientalista. Questo tipo di esperienza è aperta a TUTTI. La filosofia della nostra Associazione abbraccia ogni tipo di nuotatore che voglia cimentarsi in acque libere in modo divertente e secondo le proprie caratteristiche individuali. I nuotatori saranno assistiti quotidianamente da un Team qualificato di istruttori di nuoto, formati per le attività open water, e da assistenti bagnanti*. Come pionieri del nuoto open water– l’A.S.D. Swimtrekking organizza spedizioni esplorative in mare dal 1995- saremo a completa disposizione di ogni singola persona, offrendo professionalità, saperi, passione, al fine di rendere indimenticabile questa eccezionale esperienza sportiva.

*Ogni attività a mare sarà svolta in totale sicurezza, seguendo le normative del Protocollo Swimtrekking.

Progetto Swimtrekking

Le escursioni Swimtrekking consentono ai partecipanti di maturare un’esperienza autentica e totalizzante dell’ambiente marino, attraverso il nuoto. Le esperienze che si matureranno in acqua saranno occasione di confronto su tematiche come la tutela e la salvaguardia del mare. In quanto professionisti spinti da una grande passione, il Team Swimtrekking è impegnato in progetti Citizen Science volti a rendere il partecipante maggiormente consapevole dell’importanza che l’ambiente marino svolge per l’essere umano e per l’intero Pianeta.

La vacanza di nuoto Swimtrekking sarà realizzata seguendo i seguenti progetti:

  1. Pratica del nuoto in acque libere, correlata da analisi tecnica della nuotata e consulenza personalizzata al fine di migliorare le proprie capacità natatorie.
  2. Lezioni di Biologia Marina divulgativo-scientifiche- riconoscimento, censimento e reportage fotografico delle specie marine.
  3. Censimento delle specie marine aliene e delle meduse. In collaborazione con il Consorzio Nazionale Interuniversitario (CONISMA), Swimtrekking porta avanti il progetto Citizen Science di raccolta informazioni su avvistamenti di meduse e specie non-indigene diurne, che vivono nei primi 5-10 m di profondità.
  4. Recupero dei rifiuti (trasportabili) in acqua e pulizia delle spiagge nei punti di sosta previsti durante l’attività.
  5. Marine & Beach Litter- indagine sulla quantità e tipologia di rifiuti raccolti al fine di contribuire alla Direttiva Europea di Marine Strategy.

Attrezzature

Le attrezzature consigliate per praticare il nuoto in acque libere- utili a svolgere l’attività in totale sicurezza- sono: maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino (zaino stagno galleggiante in fibra di vetroresina), maglietta di lycra a maniche lunghe, calzari in neoprene da 2mm.

Maschera, boccaglio, pinne, muta e barkino saranno messe a disposizione dall’A.S.D. Swimtrekking, qualora i partecipanti ne facessero esplicita richiesta.OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Pantelleria

Pantelleria è la più grande delle isole satellite della Sicilia- 83 kmq di superficie- e anche la più occidentale: 84 km la separano dal continente africano. Il clima caldo risulta temperato dai quasi onnipresenti venti marini che soffiano fortissimi e che giustificano l’appellativo Qawsarah o Bent el Rion, cioè Figlia del Vento, affibbiato in passato all’isola dagli arabi. Il nome attuale ha invece origini greco-bizantine e sta a indicare una “Terra ricca di offerte”. Le coste frastagliate, bagnate da un mare cristallino, la ricchezza dei fondali, i versanti scoscesi coperti di colture a terrazze racchiuse da muretti a secco e i tipici dammusi, conferiscono una bellezza e un carattere eccezionali a quest’isola. Soprannominata anche la “perla nera del Mediterraneo” per il colore scuro del suolo, dato dalla presenza delle rocce basaltiche. Il punto più alto dell’isola è la Montagna Grande (836 m), antico cratere. Le coste rocciose di nera lava scavate da grotte e ricche di piccoli promontori che si tuffano in mare chiudono terre di natura eruttiva e quindi molto fertili e adatte alla coltura della vite. Il Solimano e il Passito di Pantelleria, ricavato da uve zibibbo, sono le due più note specialità dell’isola. Al vino si aggiunge poi il cappero la cui pianta si orna di delicati e bellissimi fiori. A Pantelleria si possono ancora osservare fenomeni di origine vulcanica: le fonti termali sottomarine nei pressi della costa, le grotte naturali ove si producono emanazioni di vapori sulfurei e le favare, getti di vapori intermittenti che sbuffano dalle spaccature laviche soprattutto in prossimità dei crateri. I fondali dell’isola sono molto profondi con affascinanti coste rocciose (non sono presenti spiagge). il tutto renderà sicuramente molto avventurosi i nostri itinerari Swimtrekking.

Date

10-17 Ottobre.

Dove

Inizio del campo: 10 Ottobre presso il Dammuso “Il Mare.
Orario di inizio: ore 10.00.
Fine del campo: 17 Ottobre presso il Dammuso “Il Mare”.
Orario di conclusione: ore 12.00.

Giornata tipo Swimtrekking

Ore 8.30- Prima colazione.
Ore 9.30- Briefing di introduzione all’attività giornaliera: pianificazione dell’itinerario di nuoto a mare sulla base delle condizioni meteo-marine; analisi dei venti e delle correnti; protocollo di sicurezza del nuoto in acque libere; tecniche di nuoto in coppia e in gruppo; biologia marina; alimentazione.
Ore 10.30- Trasferimento al punto di partenza (a piedi o con mezzi pubblici).
Ore 11.00- Ingresso in acqua e inizio attività attività Swimtrekking
Ore 13.00- Sosta sul litorale per un pranzo al sacco che dovrà essere particolarmente leggero ma ricco di sostanze energetiche ad alta digeribilità: i generi di conforto ed eventuali accessori saranno disponibili all’interno dei barkini. Questo momento di ristoro potrebbe anche aprirsi a brevi escursioni nell’entroterra per esplorare le zone costiere: con abiti pratici e comodi, macchina fotografica e scarpe da ginnastica, lo swimtrekker potrà avventurarsi in luoghi dalla natura incontaminata.
Ore 16.00- Ripresa delle attività Swimtrekking per concludere l’itinerario previsto.
Ore 17.30- Termine attività Swimtrekking e rientro al punto di partenza da dove si proseguirà (a piedi o con mezzi pubblici) verso gli alloggi.

Ore 18.00- Relax
Ore 20.00- Cena.
Ore 21.30- Briefing con proiezione foto e girati video della giornata e momento di confronto sulle esperienze vissute in mare.

Come arrivare

Per raggiungere l’Isola di Pantelleria:

Aereo diretto per Pantelleria. Le compagnie aeree che coprono questa tratta sono Alitalia, Volotea e blu-express.

Aereo direzione Trapani o Palermo. Le compagnie aeree che coprono questa tratta sono Ryanair e Easy Jet, Alitalia, Vueling. Dall’aeroporto di Trapani o di Palermo è necessario prendere un pullman di linea della Compagnia Autolinee Segesta, oppure un taxi, in direzione Trapani Porto. Una volta giunti al porto di Trapani si prende il traghetto (notturno) per l’Isola di Pantelleria. Le compagnie navali che coprono questa tratta sono la Siremar e la Caronte&Tourist.poster_dammuso-mare

Sistemazione

I partecipanti saranno ospitati presso il Dammuso “Il Mare” , in camere matrimoniali e in camera doppia. Questo dammuso è situato a pochi passi dalle discese per il mare di Martingana, Balata dei turchi e Cala Levante. L’abitazione si trova in posizione esclusiva, lontana da altri insediamenti, immersa tra cielo, mare e campagna, un’isola nell’isola. La struttura si compone di tre corpi separati, collegati da un patio centrale coperto con un’incantevole vista mare-cielo. Sono presenti terrazze sul mare e vari spazi esterni attrezzati: una doccia, un lavatoio, e un cannizzato soggiorn tra gli ulivi panteschi. Palme e bucanville si integrano alla macchia mediterranea e alle coltivazioni di viti e ulivi che circondano la costruzione. Tutto intorno un ettaro di terreno di proprietà contribuisce a rendere la zona un eden incontaminato.

Pasti

La colazione e la cena sono su base self-catering presso il Dammuso “Il mare”. Per il pranzo sarà preparato un pasto al sacco che verrà riposto nei barkini. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.

Temperature e condizioni meteo

Ottobre: Temperatura media dell’aria 23°; Temperatura media del mare 22°.
Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.

Cosa portare

Suggeriamo: sandali da trekking per camminare su sentieri sconnessi e su roccia adatti anche a entrare in acqua; torcia (possibilmente subacquea); macchina fotografica (possibilmente subacquea); una penna USB (per memorizzare le foto della vacanza); un capello per la protezione dai raggi solari, sacca telata (tipo Ikea), posate da campo e un coltellino multiuso. Suggeriamo, inoltre, un abbigliamento pratico e sportivo che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa.

Requisiti richiesti

Per poter partecipare a questa speciale vacanza di nuoto Swimtrekking viene richiesta una certa passione per il nuoto in acque libere e per la pratica delle attività sportive all’aperto. L’attività dello Swimtrekking si basa sul nuoto. Sarà quindi fondamentale che tutti i partecipanti sappiano nuotare i due stili principali: lo stile libero e lo stile dorso. Specifichiamo inoltre che non sono assolutamente importanti i tempi di percorrenza e la tecnica individuale ma una discreta capacità di resistenza. Si richiede quindi una certa consuetudine con l’attività sportiva di qualsiasi genere sia pur blanda. Le persone molto sedentarie non sono adatte a questo tipo di esperienza.

Le vacanze Swimtrekking sono aperte ai diversamente abili fisici (autosufficienti o con accompagnatore) che si integreranno benissimo nell’attività di Swimtrekking con i normodotati.In Pantelleria

I punti di interesse

Il Lago Specchio di Venere

Il Lago Specchio di Venere, chiamato così perché, si racconta, si specchiasse la Dea Venere prima di incontrare Bacco, è un lago naturale che occupa il cratere di un vulcano in contrada Bugeber, situato, più o meno, al centro dell’isola. Oltre che per lo scenario fantastico di flora e fauna in cui è immerso, il lago è ancor più famoso per i fanghi termali, vi sono infatti delle vasche dalle quali fuoriesce acqua ad oltre 50 gradi. Ricoprirsi il corpo con i fanghi termali si dice che abbia delle proprietà benefiche.
Il Lago è adatto anche per gli amanti del birdwatching, sono infatti frequenti gli avvistamenti, durante la stagione migratoria, di numerose specie di uccelli.

L’Arco dell’Elefante

L’Arco dell’Elefante è una località balneare conosciuta per un’enorme scoglio di pietra lavica a forma di proboscide di elefante che entra in acqua creando un grande arco. E’ uno dei luoghi simbolo di Pantelleria, questa strana forma infatti richiama ogni anno centinaia di turisti. E’ facilmente raggiungibile in auto e si trova nella zona est dell’isola.

Sauna Naturale

La Sauna Naturale di Sibà, detta anche Grotta di Benikulà, è una grotta formata da una faglia nella roccia, all’interno della quale, ad intermittenza, fuoriesce vapore acqueo a circa 40°C. Il luogo è particolarmente suggestivo anche per il panorama in cui è immerso. Per raggiungere la grotta si percorre un sentiero immerso nella macchia mediterranea e una volta giunti a destinazione si gode di una vista mozzafiato sulla piana di Monastero: una distesa di terreni agricoli coltivati a vitigno.

Il Laghetto delle Ondine

Il Laghetto delle Ondine è un laghetto naturale a confine con il mare, infatti a contenerlo è una parete rocciosa che si immerge nelle acque della località chiamata Punta Spadillo, zona est dell’isola. Anch’esso è un luogo simbolo di Pantelleria perchè vi si può fare il bagno anche, e soprattutto, in presenza di mare agitato che ricambia continuamente l’acqua al suo interno. Durante l’estate, nelle giornate di mal tempo, com’è facile immaginare è uno dei luoghi più affollati.

Il Castello di Pantelleria

Il Castello di Pantelleria è un monumento medievale in pietra lavica utilizzato come carcere fino al 1975. La struttura si affaccia sul lungomare, è ben evidente non appena si arrivi in nave al porto di Pantelleria. Attualmente il Castello rimane aperto da Giugno a Settembre e ospita numerosi eventi della stagione estiva pantesca. Dal 2015 è sede museale dei più importanti ritrovamenti archeologici fra cui le famose Teste Imperiali.

Acropoli di San Marco e Santa Teresa

San Marco e Santa Teresa sono due colline sulle quali si concentravano le principali funzioni pubbliche, politiche e sacre dell’insediamento d’epoca punica e romana. Sull’altura di San Marco sono state rinvenute numerose cisterne e canali d’acqua che testimoniano la presenza di un antico impianto idrico pubblico. All’interno di una di queste cisterne sono venute alla luce le tre teste imperiali di Giulio Cesare, Antonia Minore e Tito. Ogni anno, università da tutto il mondo, durante la stagione estiva, conducono campagne di scavi.

Sesi

I Sesi sono delle costruzioni megalitiche situate nella zona di Mursia e Cimillia. Con il termine sese, in pantesco, si indica un mucchio di pietre. Circa 5000 anni fa, in questa zona si stanziò un popolo proveniente dall’Africa Settentrionale che costruì questi monumenti che, solo nel 1800, si capì fossero monumenti sepolcrali. Da un punto di vista architettonico, i Sesi, sono delle strutture in pietra a secco, a pianta ellittica con uno sviluppo in alzato a volta. La zona adibita alla custodia del defunto si trovava al centro della struttura ed era raggiungibile attraverso le basse e strette aperture situate lungo il perimetro del monumento.

Gadir

Cala Gadir è un piccolo porticciolo, situato a est di Pantelleria, dove sono state ritrovate numerose anfore a pochi metri di profondità che fanno parte di almeno due relitti datati tra il III e II secolo a.C. Data l’importanza dei ritrovamenti a Gadir è stato realizzato, dalla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana, il primo itinerario archeologico subacqueo.

Cala Tramontana

A Cala Tramontana, invece, sono state ritrovate di più di 3000 monete puniche di bronzo. Le monete sono state datate tra il 264 e il 241 a.C. e si pensa che provenissero da una nave cartaginese e che servissero a finanziare una missione bellica dei Cartaginesi contro i Romani. Alcune monete sono oggi esposte al Castello di Pantelleria.

Porto di Scauri

Nel porto di Scauri, una contrada a ovest di Pantelleria, è stato ritrovato un relitto di medie dimensioni. Il relitto è affondato intorno alla fine del V secolo d.C. a causa di un incendio a bordo: l’imbarcazione proveniva da un porto africano e conteneva una consistente partita di Pantelleria Wave, un tipo di vasellame da cucina e da fuoco prodotto proprio a Pantelleria.

Ballata dei Turchi

Balata dei Turchi è uno dei luoghi più affascinanti dell’isola, situato al lato opposto rispetto a Pantelleria Centro. Si dice che un tempo fosse uno scalo naturale utilizzato dai pirati, oggi invece è una baia con dei fondali ed un costone dai colori sensazionali. La strada per arrivarci è un pò lunga e non in ottime condizioni, ma il paesaggio giustificherà sicuramente gli sforzi fatti per arrivarci.

Montagna Grande

Pantelleria, al contrario di quanto si possa pensare, offre per gli amanti della natura e del trekking una montagna alta 836 metri, chiamata Montagna Grande. Per chi ama quindi le passeggiate questo è il luogo ideale: numerosi sentieri attraversano i boschi di lecci e pini marittimi. Arrivati in cima si domina con uno sguardo tutta l’isola: è possibile ammirare i tramonti africani e, durante le belle giornate, anche la Sicilia. Oggi Montagna Grande fa parte del Parco Nazionale dell’isola di Pantelleria.

Favare

Le Favare sono getti di vapore acqueo che fuoriescono da fessure nella roccia, raggiungendo in alcuni casi anche i 100°C. L’area, con dei panorami mozzafiato, è situata alle pendici di montagna grande, lato sud dell’isola. Un tempo i contadini sfruttarono questo fenomeno per ricavare acqua per l’abbeveraggio degli animali, facendo condensare il vapore e convogliandolo in vasche naturali di pietra.

Importante

Distanza media percorsa in mare giornalmente: 5 chilometri.

I programmi saranno guidati da Istruttori e Guide Swimtrekking qualificati. Gli istruttori Swimtrekking saranno responsabili di tutta la parte organizzativa, logistica e tecnica della vacanza Swimtrekking.
Il programma “giornata tipo” è da considerarsi orientativo. Orari e itinerari potrebbero essere soggetti a modifiche in base alle condizioni meteo-marine.37924965725_6f30cfa5bb_o

 

Lascia un commento