Lakazeza, Golfo di Corinto, 25 Agosto–1 Settembre; 1 Settembre–8 Settembre; 8–15 Settembre (con notturna); 15-22 Settembre 2019

In Breve

Date

25 Agosto–1 Settembre 2019
1 Settembre–8 Settembre 2019
8–15 Settembre 2019
15-22 Settembre 2019


Come arrivare

Il modo migliore per raggiungere Lakateza è volare su Atene con le seguenti compagnie aeree: Alitalia, Aegean Airlines, Easyjet, Vueling Airlines, Ryan air, Lufthansa, Austrian Airlines, Turkish Airlines, SAS, KLM, British Airways, Swiss, Iberia, Eurowings, Norwegian, EL AL Israel Airlines. Una volta ad Atene in circa 1 ora e mezzo di viaggio è possibile proseguire

  • In  autostrada: da Atene/Patrasso si arriva all’istmo di Corinto, si procede per Loutraki e Perahora e si giunge a Lakazeza dopo una decina di chilometri di strada comunale, di cui gli ultimi due sterrati.
  • In treno veloce: da Atene (sia dall’aeroporto che dalla città) assicura il collegamento con Corinto e l’istmo in un’ora di viaggio, con partenza ogni ora con TrainOSE. All'arrivo è previsto un trasferimento privato a Lakazeza.

Un itinerario alternativo per raggiungere Lakazeza è quello di viaggiare in traghetto sino Patrasso da Ancona, Bari, Brindisi con le seguenti compagnie: Anek Lines, Minoan Lines, Grimaldi Lines, Ventouris Ferries, European Seaways, Superfast Ferries. Una volta a Patrasso in circa 2 ore di viaggio è possibile proseguire 

  • In  autostrada: da Patrasso/Atene si arriva all’istmo di Corinto, si procede per Loutraki e Perahora e si giunge a Lakazeza dopo una decina di chilometri di strada comunale, di cui gli ultimi due sterrati. All'arrivo è previsto un trasferimento privato a Lakazeza.

Sistemazione

È prevista in camere doppie (con servizi in camera) con il trattamento di pensione completa. La struttura di Lakazeza dispone anche di altre tipologie di alloggio a seconda delle diverse esigenze degli ospiti.


Pasti

La colazione e la cena saranno serviti presso l'accogliente struttura di Lakazeza. Per il pranzo sarà invece preparato un pasto al sacco che verrà riposto nei barkini. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.


Cosa portare

Si consiglia di portare sandali da trekking adatti per camminare su sentieri sconnessi, sulle rocce e in grado di entrare in acqua, torcia (possibilmente subacquea), macchina fotografica (possibilmente subacquea), una penna USB o hard disk esterno (per memorizzare le foto del campo), un capello per la protezione dai raggi solari, una sacca telata (Ikea) per il trasporto delle proprie attrezzature, posate da campo, un coltellino multiuso. Suggeriamo infine un abbigliamento pratico e sportivo (un paio di pantaloni, t-shirt e calzoncini) che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa pesante.


Temperature e condizioni meteo

Agosto - Temperatura media dell’aria 28° ; Temperatura media del mare 26°;
Settembre - Temperatura media dell'aria 26° ; Temperatura media del mare 25°.


Contributi

€805 + €30 quota associativa (25 Agosto–1 Settembre; 1-8 Settembre; 8-15 Settembre; 15-22 Settembre)
minimo 6 partecipanti

Sconto attrezzature (per coloro che portano le proprie)

- €30 muta
- €18 pinne, maschera e boccaglio


Il contributo include

7 notti di pensione completa (colazione, pranzo al sacco, cena); trasporti per spostamenti a Lakazeza in gommone; assistenza e guida istruttori e guide Swimtrekking; 6 giorni di attività swimtrekking; visite presso siti archeologici e storici di Lakazeza; trasferimento dalla stazione di Corinto a Lakazeza A/R; maglietta e cuffia Swimtrekking; Attrezzature Swimtrekking; assicurazione e tesseramento ASD Swimtrekking.


Il contributo non include 

I costi del viaggio per e da Lakazeza; assicurazione integrative oltre a quella associativa; bevande e drinks al ristorante; Commissioni bancarie; tutto quanto non espressamente indicato nel contributo include.


 

Lakazeza, Golfo di Corinto, 25 Agosto–1 Settembre; 1 Settembre–8 Settembre; 8–15 Settembre (con notturna); 15-22 Settembre 2019

Lakazeza rappresenta una delle nostre nuove proposte per il 2019. Situata nel meraviglioso Golfo di Corinto, immersa in un’area archeologiche di rara bellezza e in una natura incontaminata questo campo Swimtrekking vi regalerà una esperienza di mare dai sapori antichi. Una novità di questo campo è quella di una uscita Swimtrekking di notte con la luna piena (uscita facoltativa). Questa è prevista solo nel campo del 8-15 Settembre e sarà a totale discrezione dell’istruttore che ne valuterà, al momento, la fattibilità.

Progetto Swimtrekking

I campi Swimtrekking si pongono l’obiettivo di proporre un’attività in mare che, attraverso l’escursionismo e l’esplorazione, consenta ai partecipanti di maturare un’esperienza autentica in cui confrontarsi sulle tematiche della tutela e della salvaguardia dell’ambiente marino, anche e soprattutto attraverso la conoscenza della flora e della fauna. Gli esploratori a nuoto saranno impegnati nel monitoraggio delle zone costiere e dei fondali marini. I responsabili dell’associazione, nelle vesti di istruttori e guide qualificate, trasmetteranno le indagini effettuate sul campo ai siti web di riferimento e agli enti addetti a tale supervisione. Ad esempio, i partecipanti alimenteranno il famoso sistema di monitoraggio Meteomeduse, in cui si riporteranno le osservazioni sulla presenza, l’abbondanza, e l’identità specifica delle meduse rilevate durante le escursioni in mare. Le indicazioni contribuiscono tuttora ad arricchire un database utile per lo sviluppo di un modello statistico per la previsione della proliferazione di meduse nei mari italiani. Altro lavoro importante dei partecipanti sarà quello di recuperare in acqua, durante l’attività natatoria, materiali di rifiuto trasportabili ed effettuare la pulizia delle spiagge, nei punti di sosta previsti durante l’attività

Attrezzature

Le attrezzature necessarie per lo svolgimento dell’attività in mare sono: maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino (zaino stagno galleggiante in fibra di vetroresina), maglietta in lycra a maniche lunghe, calzari in neoprene da 2mm. Ricordiamo che maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino, saranno, fornite dall’A.S.D. Swimtrekking. OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lakazeza

Lakazeza un luogo lontano dal turismo di massa, una radura circondata da una grande pineta affacciata sul Golfo di Corinto, dove la costa rileva piccole baie deserte, insenature, spiagge incorniciate da pini, ulivi e mandorli. Un paradiso in terra a un’ora e mezza da Atene. La prima impressione che colpisce…

Date

25 Agosto–1 Settembre 2019
1 Settembre–8 Settembre 2019
8–15 Settembre 2019
15-22 Settembre 2019

Dove

Inizio del campo: 25 Agosto, 1 Settembre, 8 Settembre, 15 Settembre, presso Lakazeza, Perachora
Orario di inizio: ore 15.00.
Fine del campo: 1 Settembre, 8 Settembre, 15 Settembre, 22 Settembre, presso Lakazeza, Perachora.
Orario di conclusione: ore 7.30.

Giornata tipo Swimtrekking

Ore 8.30 prima colazione. E’ sconsigliato entrare in acqua a digiuno poiché il primo pasto della giornata è fondamentale per avere una riserva di energia in grado di garantire una buona autonomia agli swimtrekker: è importante che la prima colazione sia ricca di carboidrati.
Ore 9.30 verifica dell’equipaggiamento. Controllare che tutto sia in ordine (non dimenticare mai di portare un doppione dei componenti più importanti dell’attrezzatura: maschera, boccaglio, pinne, cuffia). Preparazione dei barkini.
Ore 10.00 briefing di introduzione per l’attività a mare. Pianificazione dell’itinerario a mare sulla base delle condizioni meteo-marine, l’attenzione dei partecipanti è indirizzata all’analisi dei venti e delle correnti, alla prevenzioni dei rischi in mare, alle dinamiche del nuoto in coppia/gruppo, all’osservazione della flora e della fauna.
Ore 10.30 trasferimento al punto di partenza (a piedi o in gommone).
Ore 11.00 ingresso in acqua e inizio attività di Swimtrekking. Questa prima parte della giornata prevede che il gruppo percorrerà la metà dell’itinerario previsto dagli istruttori per la giornata cercando di mantenere condizioni favorevoli di vento e correnti. Costituiscono parte integrante dell’esperienza in mare e dell’attività dei partecipanti: l’osservazione dei fondali marini, la scoperta dei tratti costieri meno accessibili (es. grotte e calette) e delle varietà floro-faunistiche, il recupero a mare dei materiali di rifiuto.
Ore 13.00 sosta sul litorale per un leggero pranzo al sacco che dovrà essere particolarmente leggero ma ricco di sostanze energetiche ad alta digeribilità: i generi di conforto ed eventuali accessori saranno disponibili all’interno dei barkini. Questo momento di ristoro potrebbe anche aprirsi a brevi escursioni nell’entroterra per esplorare le zone costiere: con zainetto, macchina fotografica e scarpe da ginnastica, lo swimtrekker potrà avventurarsi in luoghi dalla natura incontaminata.
Ore 16.00 ripresa delle attività di Swimtrekking per concludere l’itinerario previsto. Il viaggio avrà le medesime caratteristiche di quello concluso nella mattinata. Una nota di rilievo: durante gli orari serali si rileva di norma una incremento della fauna, a beneficio dell’osservazione dei fondali.
Ore 17.30 termine attività di Swimtrekking e rientro al punto di partenza da dove si proseguirà (a piedi o in gommone) per la residenza.
Ore 19.30 cena. Questa sarà necessariamente molto abbondante.
Ore 21.30 briefing con la proiezione di foto e filmati. Sarà l’occasione per gli Istruttori e le Guide Swimtrekking di mettere a confronto i partecipanti sulle esperienze vissute in mare e soprattutto il momento per il coordinamento delle attività (correzioni e suggerimenti sulla attività svolta, biologia marina, conoscenze sul mare, pulizia dei fondali, ecc.).

Come arrivare

Il modo migliore per raggiungere Lakateza è volare su Atene con le seguenti compagnie aeree: Alitalia, Aegean Airlines, Easyjet, Vueling Airlines, Ryan air, Lufthansa, Austrian Airlines, Turkish Airlines, SAS, KLM, British Airways, Swiss, Iberia, Eurowings, Norwegian, EL AL Israel Airlines. Una volta ad Atene in circa 1 ora e mezzo di viaggio è possibile proseguire

  • In  autostrada: da Atene/Patrasso si arriva all’istmo di Corinto, si procede per Loutraki e Perahora e si giunge a Lakazeza dopo una decina di chilometri di strada comunale, di cui gli ultimi due sterrati.
  • In treno veloce: da Atene (sia dall’aeroporto che dalla città) assicura il collegamento con Corinto e l’istmo in un’ora di viaggio, con partenza ogni ora con TrainOSE. All’arrivo è previsto un trasferimento privato a Lakazeza.

Un itinerario alternativo per raggiungere Lakazeza è quello di viaggiare in traghetto sino Patrasso da Ancona, Bari, Brindisi con le seguenti compagnie: Anek Lines, Minoan Lines, Grimaldi Lines, Ventouris Ferries, European Seaways, Superfast Ferries. Una volta a Patrasso in circa 2 ore di viaggio è possibile proseguire 

  • In  autostrada: da Patrasso/Atene si arriva all’istmo di Corinto, si procede per Loutraki e Perahora e si giunge a Lakazeza dopo una decina di chilometri di strada comunale, di cui gli ultimi due sterrati. All’arrivo è previsto un trasferimento privato a Lakazeza.

paesaggi (22)

Sistemazione

È prevista in camere doppie (con servizi in camera) con il trattamento di pensione completa. La struttura di Lakazeza dispone anche di altre tipologie di alloggio a seconda delle diverse esigenze degli ospiti.

Pasti

La colazione e la cena saranno serviti presso l’accogliente struttura di Lakazeza. Per il pranzo sarà invece preparato un pasto al sacco che verrà riposto nei barkini. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.laka (8)

Temperature e condizioni meteo

Agosto – Temperatura media dell’aria 28° ; Temperatura media del mare 26°;
Settembre – Temperatura media dell’aria 26° ; Temperatura media del mare 25°.

Le condizioni del mare potrebbero variare a seconda delle condizioni meteo e delle correnti. Questo è parte integrante dell’esperienza del nuotare in acque libere.

Cosa portare

Si consiglia di portare sandali da trekking adatti per camminare su sentieri sconnessi, sulle rocce e in grado di entrare in acqua, torcia (possibilmente subacquea), macchina fotografica (possibilmente subacquea), una penna USB o hard disk esterno (per memorizzare le foto del campo), un capello per la protezione dai raggi solari, una sacca telata (Ikea) per il trasporto delle proprie attrezzature, posate da campo, un coltellino multiuso. Suggeriamo infine un abbigliamento pratico e sportivo (un paio di pantaloni, t-shirt e calzoncini) che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa pesante.

Requisiti richiesti

L’attività dello Swimtrekking si basa sul nuoto. Sarà quindi fondamentale che tutti i partecipanti sappiano nuotare i due stili principali: lo stile libero e lo stile dorso. Specifichiamo inoltre che non sono assolutamente importanti i tempi di percorrenza e la tecnica individuale ma una discreta capacità di resistenza. Si richiede quindi una certa consuetudine con l’attività sportiva di qualsiasi genere sia pur blanda. Le persone molto sedentarie non sono adatte a questo tipo di esperienza. L’attività di Swimtrekking migliora la propria tecnica individuale nel nuoto, sviluppa l’autocontrollo e la conoscenza di se, fa conoscere una serie di tecniche quali l’apnea e il salvamento, studia la flora e la fauna, il moto ondoso, i venti e le correnti, rafforza e accresce le dinamiche del gruppo. Chiunque può quindi affrontare in maniera positiva l’esperienza di un campo Swimtrekking se interessato a sperimentare le conoscenze da noi proposte. I campi Swimtrekking sono aperti anche ai diversamente abili fisici (autosufficienti o con accompagnatore) che si integreranno nell’attività di Swimtrekking con i normodotati.beaches (17)

Punti di interesse

Il centro di ricerca

Lakazeza è un vero e proprio laboratorio a cielo aperto…

Sito archeologico di Heraion

Il sito archeologico di epoca preellenistica, situato a pochi chilometri di distanza da Lakazeza, presenta un tempio dedicato ad Era la dea patrona del matrimonio, della fedeltà coniugale e del parto. Accanto fu edificato un tempio dedicato a Zeus ed, infine, in epoca romana venne edificata una villa neroniana. Il sito, nel corso dei secoli, è stato danneggiato dai frequenti terremoti ma resta molto importante da un punto di vista storico. Sarà quindi possibile vivere l’esperienza suggestiva di nuotare all’interno di questo meraviglioso sito archeologico.

Corinto 

Famosa città del Peloponneso conosciuta per il suo canale e rinomata sin dai tempi più antichi per la sua storia…

Delfi 

È un importante sito archeologico ed una storica città dell’antica Grecia…

Micene

Atro importantissimo sito archeologico dell’antica Grecia e  del Peloponneso…

Epidauro

È un comune situato nell’area periferica del Peloponneso conosciuto per il suo sito archeologico e per il suo famoso teatro ancora utilizzato oggi per eventi e rappresentazioni teatrali…

Atene

Storica capitale della Grecia, merita una visita, soprattutto alla sua maestosa acropoli, in arrivo o in partenza al termine del campo…baia (36)

Importante

Distanza media di percorrenza a mare giornaliera: 5 – 7 chilometri.
I programmi saranno guidati da Istruttori e Guide Swimtrekking e Orienteering qualificati.
Gli istruttori Swimtrekking saranno responsabili di tutta la parte organizzativa, logistica e tecnica del campo swimtrekking.
Il programma “giornata tipo” è da considerarsi orientativo. Orari e itinerari saranno sempre soggetti a modifiche in presenza di avverse condizioni meteo-marine ed eventualmente le attività potranno essere cancellate.

cetaceans (35)

 

 

 

 

Lascia un commento