Galapagos – Ecuador 21 – 30 marzo 2018

In Breve

Date
21 - 30 Marzo, 2018.


Come arrivare

Da qualsiasi aeroporto internazionale arrivare a Quito o Guayaquil e prendere un volo locale per l'aeroporto di Baltra situato sull'isola di Santa Cruz. Le migliori compagnie aeree per raggiungere le Galapagos dall'Ecuador sono LAN http://www.lan.com/es_ec/sitio_personas/index.html# e Tame https://www.tame.com.ec/index.php/es/ .


Sistemazione

Alloggeremo in hotel  semplici e confortevoli in camere doppie e rispettivamente a Santa Cruz presso la Posada del Mar, a Isabela presso Casa de Marita e a San Cristobal presso Casa Blanca. Chiunque desiderasse alloggiare in camera singola dovrà farne esplicita richiesta al momento della prenotazione e pagare il supplemento che verrà richiesto dalla struttura.


Pasti
La colazione sarà servita tutti i giorni nella struttura degli Hotel dove saremo alloggiati. Il pranzo è previsto al sacco e consiste in sandwich, snacks, frutta e acqua oppure in paese (a seconda del programma della giornata). Le cene invece saranno servite in diversi ristoranti locali. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.


Temperature e condizioni meteo

Marzo: temperatura dell'aria: tra 27C° e 32°C; temperatura del mare: tra 23°C e 26°C.


Contributo
€ 3300
Quota associativa 2018: € 30
Voli: € 1300 (prezzo indicativo da riconfermare al momento della prenotazione con partenza il 19 marzo da Rome e rientro il 30 marzo a Roma).


Il contributo include

Sono previsti 9 pernottamenti in Hotel alle Galapagos con il trattamento di pensione completa (colazione, pranzo al sacco e cena), tour accompagnati da Guide locali, trasporti e trasferimenti tra le isole dell’arcipelago (in barca, bus, taxi, aereo), programma esclusivo Swimtrekking, 1 istruttori Swimtrekking + 1 guida locale (quando prevista dal parco), maglietta Swimtrekking e cuffia, attrezzature e barkini Swimtrekking, assicurazione ASD Swimtrekking (per l’attività).


Il contributo non include

Tassa d’entrata per il Parco Nazionale delle Galapagos di $ 100 da pagare sul posto, carta d’immigrazione di $ 10 sempre da pagare in contanti, volo aereo, eventuali Assicurazioni integrative (viaggio-infortuni-malattie), mance, tutto quanto non espressamente indicato nel programma.


 

Galapagos – Ecuador 21 – 30 marzo 2018

Vivi una incredibile avventura ed esplora a nuoto le meraviglie di uno dei più grandi paradisi naturalistici del mondo. Conosceremo il mare incontaminato di questo angolo del mondo e visiteremo le isole di Santa Cruz, San Cristobal, Isabela, Santa Fe, Lobos, Four Hermanos e molto altro ancora. Una bellissima esperienza di Swimtrekking lunga 9 giorni.

Attrezzature

Le attrezzature necessarie per lo svolgimento dell’attività in mare sono: maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino (zaino stagno galleggiante in fibra di vetroresina), maglietta in lycra a maniche lunghe, calzari in neoprene da 2mm. Ricordiamo che maschera, boccaglio, pinne, muta (da 3 o 5 millimetri), barkino, saranno, se richiesto dal partecipante, fornite dall’A.S.D. Swimtrekking.

Galapagos

Queste famose ed affascinati isole sono un arcipelago di circa 50 isole vulcaniche (14 sono le principali) situate nell’Oceano Pacifico a 1000 chilometri dalla costa occidentale dell’America del Sud, distribuite a nord ed a sud dell’equatore, che attraversa la parte settentrionale dell’isola più grande, Isabela. Politicamente l’arcipelago appartiene all’Ecuador. Le isole più vecchie datano circa 4 milioni di anni, mentre le più giovani sono ancora in via di formazione. Le isole Galapagos sono infatti considerate una delle zone vulcanicamente più attive del pianeta. Il relativo isolamento dovuto alla distanza dal continente e l’ampia varietà di climi e di habitat dovuta alle correnti della zona hanno portato all’evoluzione di numerose specie locali di animali e vegetali dalla cui osservazione Charles Darwin ha tratto ispirazione per la formulazione della teoria della selezione naturale. Le isole Galápagos sono state dichiarate parco nazionale nel 1959, ponendo sotto protezione il 97,5% della superficie totale dell’arcipelago. La parte restante è stata riservata ai due insediamenti urbani esistenti all’epoca, che contavano una popolazione inferiore ai 2000 abitanti. La popolazione delle isole, che censita nel 1972 ammontava a 3488 abitanti, ha subito un brusco aumento portandosi a 15000 unità negli anni ’80. Nel 1986 l’oceano circostante è stato dichiarato riserva marina. L’UNESCO ha classificato le isole come “Patrimonio dell’umanità” nel 1978, includendo successivamente nel 2001 anche l’area della riserva marina. La Charles Darwin Foundation, dedicata alla conservazione delle isole, è stata fondata in Belgio nel 1959.

Date

Dal 21 al 30 marzo 2018.

Dove

Isola di Santa Cruz (2 notti); Isola di Isabela (4 notti); Isola di San Cristobal (3 notti).

 

Inizio del campo: Isola di Santa Cruz (aeroporto di Baltra)

Orario di inizio: a seconda dell’orario di arrivo

Fine del campo: San Cristobal island

Orario di conclusione: a seconda dell’orario di partenza.

 

Programma Swimtrekking Galapagos

Giorno 1 (21 marzo)

Trasporto dall’aeroporto di Baltra all’hotel sull’isola di Santa Cruz (circa 1 ora)

Sosta per il Tour dell’entroterra (portare con se calzini, scarpe, impermeabile o ombrello)

*Pick-up all’aeroporto – cercare la nostra guida locale con la scritta Swimtrekking

*Bus dall’isola di Baltra, traghetto sullo stretto per raggiungere l’isola di Santa Cruz, quindi taxi o bus per raggiungere l’hotel a Puerto Ayora

*Incontro in hotel con i responsabili del nostro Tour

Tour delle Highlands di Santa Cruz

Tour privato guidato (circa 3 ore)

Arrivando dall’aeroporto preparare scarpe e abbigliamento per la pioggia

Percorso: moderato

Percorso sterrato leggero con qualche serie di salite (scalini)

Terreno fangoso e qualche tunnel

Portare giacche a vento leggere da pioggia e scarpe chiuse con calzini (questi possono essere anche noleggiati su richiesta)

*Visita dei crateri gemelli di Los Gemelos

*Visita alle testuggini giganti delle Galapagos che vagano in libertà nella macchia

*Pranzo presso il chiosco

*Attraversamento degli antichi tunnel di formazione lavica

*Informazioni sui progetti di riforestazione e del caffè

*Rientro in hotel

*Cena presso un ristorante locale.

Giorno 2 (22 marzo)

Daphne Major, Pinzon, e Playa Borrero

(Sbarco consentito solo a Borrero Beach, Santa Cruz)

Tour privato guidato (circa 5 ore)

Hotel pick-up ore 9:00

Percorso: moderato

Swimtrekking dell’intera giornata con barca appoggio (preparazione ed entrata in acqua dalla barca)

Osservazione della flora e della fauna dalla barca e Swimtrekking con partenza dalla spiaggia

Portare scarpe chiuse, acqua, cappello a falda larga, creme protezione solare, spray contro gli insetti, attrezzature Swimtrekking e vestiti con giacca a vento per il ritorno.

*Trasferimento in bus al Canale di Itabaca (circa 45 minuti)

*Trasferimento in barca sull’isola di Daphne (circa 40 minuti)

*Circumnavigazione dell’isola di Daphne alla ricerca delle sule dalle zampe celesti (uccelli marini tipici delle Galapagos), Fregate ed altre specie tropicali (non è consentito lo sbarco a terra)

*Altri 40 minuti di navigazione per raggiungere l’isola di Pinzon (non è consentito lo sbarco a terra)

*Swimtrekking (2 ore) con partenza dalla barca vicino Pinzon osservando pinguini, leoni marini, squali delle Galapagos, aquile di mare, tartarughe marine e varie specie di pesci

*Pranzo a bordo (al sacco)

*Ritorno sull’isola di Santa Cruz (circa 1 ora) e sbarco sulla spiaggia di Bahia Borrero (sbarco a terra consentito)

*Swimtrekking (2 ore) con partenza dalla spiaggia

*Ritorno a Puerto Ayora intorno alle 17:00

*Rientro in hotel

*Cena presso un ristorante locale.

 Giorno 3 (23 marzo)

Esplorazione dell’isola di Santa Fe e Playa Escondida

Hotel pick-up ore 8:00

Giornata intera dedicata allo Swimtrekking

Percorso: moderato – intenso (variabile a seconda della temperatura)

Portare cappello a falda larga, creme solari protettive, attrezzature Swimtrekking 

*Arrivo sulle lunghe spiagge di sabbia bianca

*Swimtrekking (giornata intera ore) con barca appoggio

*Sosta per il pranzo al sacco

Pomeriggio trasferimento in barca sull’isola di Isabela (circa 2-3 ore)

Hotel pick-up ore 13:30 – partenza barca ore 14:00

Percorso: moderato – intenso

*Trasferimento in barca da 6-9 metri sull’isola di Isabela

*La poca ventilazione e il mare increspato potrebbero causare nausea, si ricorda di portare compresse contro il mal di mare

*Trasferimento in hotel e briefing

*Cena presso un ristorante locale. 

Giorno 4  (24 marzo)

Visita alla a Tortuga bay con guida

Mezza giornata di Swimtrekking

Hotel pick up ore 8:00 

Percorso: moderato – intenso

Trasferimento al porto di Santa Cruz

Trasferimento in barca per raggiungere l’isola di Isabela

Trasferimento privato dal porto di Isabela all’hotel 

Swimtrekking con barca appoggio (preparazione ed entrata in acqua dalla barca)

Portare scarpe chiuse, acqua, creme solari protettive, cappello a falda larga, attrezzature Swimtrekking

*Osservazione dei piccoli pinguini delle Galapagos sulle rocce o mentre pescano

*Swimtrekking (2-3 ore) nella baia alla ricerca di leoni marini, squali white-tip, aquile di mare, tartarughe di mare, pesci della barriera corallina

*Cena presso un ristorante locale.

Giorno 5 (25 marzo)

4 Hermanos – Tour privato

In mattinata pick up in albergo – l’orario esatto sarà stabilito al momento dalla Guida del Parco

Percorso: moderato

Swimtrekking con barca appoggio senza possibilità di sbarco a terra consentito

Portare scarpe chiuse, acqua, creme solari protettive, cappello a falda larga, attrezzature Swimtrekking

Barca appoggio da 4,5 a 6 metri per massimo 10 persone

*Tour in barca lungo le coste di Isabela sino a raggiungere 4 Hermanos, circa 30 minuti (il mare potrebbe essere mosso)

*Navigazione attraverso i resti dei crateri di queste 4 isole ognuna delle quali presenta una formazione unica

*Esplorazione a nuoto o in barca di una grotta di questo complesso di isole

*Swimtrekking (circa 2 ore) con leoni marini, tartarughe di mare, pesci della barriera corallina e possibilità di vedere qualche squalo

*Ricerca delle più rare foche visibili ai piedi delle falesie rocciose

*Pranzo a bordo

*Swimtrekking tra le isole (tra le 4 Hermanos)

*Rientro in hotel

*Cena presso un ristorante locale.

Giorno 6 (26 marzo)

Esplorazione della spiaggia di Tortuga Bay

Hotel pick-up ore 8:00

Percorso: moderato – intenso (variabile a seconda della temperatura)

Alcune salite/scale, sentieri lastricati e piccole colline

Lungo trekking a piedi: 2,5 chilometri per andare e tornare dalla spiaggia

Portare scarpe chiuse, acqua, creme solari protettive, cappello a falda larga, attrezzature Swimtrekking (circa 30 minuti a piedi alla prima spiaggia e altri 25 minuti alla baia)

Barca appoggio da 4,5 a 6 metri per massimo 10 persone

*Trekking sino alla spiaggia attraverso le foreste di cactus ed alberi di palo santo e matazarno

*Arrivo sulle lunghe spiagge di sabbia bianca

*Swimtrekking (2 ore) con partenza dalla spiaggia

*Sosta per il pranzo al sacco

*Trekking attraverso un sentiero circondato da foreste di cactus che è un santuario delle iguane

*Rientro in hotel

*Cena presso un ristorante locale.

Giorno 7 (27 marzo)

Tour della Baia di Isabela (Las Tintoreras) 

Hotel pick up alle ore 8:00 

Percorso: moderato-intenso

Trekking su terreno irregolare, rocce e sentieri non lastricati

Barca per raggiungere il punto di approdo 

Swimtrekking con barca appoggio (preparazione ed entrata in acqua dalla barca)

Portare scarpe chiuse, acqua, creme solari protettive, cappello a falda larga, attrezzature Swimtrekking

*Osservazione dei piccoli pinguini delle Galapagos sulle rocce mentre pescano

*Swimtrekking (2-3 ore) nella baia alla ricerca di leoni marini, squali, white-tip, aquile di mare, tartarughe di mare, pesci della barriera corallina

*Trekking attraverso le formazioni laviche che sembrano di un altro mondo

*Visita ad una colonia marina di iguane e ad una di leoni di mare

*Pranzo in paese

Trasferimento dall’Hotel all’aeroporto di Isabela

Volo da Isabela a San Cristobal (incontro con le guide)

Trasferimento dall’aeroporto di San Cristobal in Hotel 

Incontro e breeding con le guide

Breve attività di swimtrekking dalla spiaggia

Percorso: facile-moderato

terreno irregolare roccioso su sentiero sterrato

Portare scarpe chiuse, acqua, creme solari protettive, cappello a falda larga, attrezzature Swimtrekking

*Visita della spiaggia di Loberia con guida (circa 2 ore di Swimtrekking)

*Cena presso un ristorante locale.

Giorno 8 (28 marzo)

Tour di Kicker Rock/León Dormido, Isola Lobos, e Manglesito Beach

Tour in barca con guida (circa 6 ore)

Partenza ore 9:00

Percorso: moderato – intenso

Approdo con sbarco sulla spiaggia

Swimtrekking con barca appoggio (preparazione ed entrata in acqua dalla barca)

Portare scarpe chiuse, acqua, cappello a falda larga, creme protezione solare, spray contro gli insetti, attrezzature Swimtrekking e vestiti con giacca a vento per il ritorno.

*Barca da 6-9 metri per massimo 12 passeggeri

*Navigazione verso Kicker Rock (circa 1 ora) una piccola isoletta dove sarà possibile ammirare le alte falesie rocciose

*Si ammireranno le forme rocciose di questa isola con imponenti falesie a forma di torre che si ergono sul mare

*Swimtrekking (circa 2 ore) nei profondi e stretti canali creatisi nella scissione dell’isolotto in due parti

*Durante lo Swimtrekking si osserveranno squali martello, aquile di mare, leoni di mare, tartarughe di mare e una incredibile varietà di pesci

*Pranzo a bordo (al sacco)

*Al pomeriggio relax e swimtrekking lungo una appartata spiagge dalla sabbia bianchissima

(L’ordine delle attività di questa giornata potranno essere modificate a discrezione dell’equipaggio responsabile del Tour)

*Rientro in hotel

*Cena presso un ristorante locale.

Giorno 9 (29 marzo)

Tour dell’isola di Lobos e di Ochoa beach

Mezza giornata di Swimtrekking

Tour guidato per massimo 16 persone Swimtrekking e Hiking

Partenza prevista ore 8:00 (orario soggetto a possibile cambiamento)

Percorso: facile – moderato

Portare acqua, cappello a falda larga, creme protezione solare, spray contro gli insetti, attrezzature Swimtrekking e vestiti con giacca a vento per il ritorno.

*Pranzo in paese

*Pomeriggio libero oppure trekking Tijeretas con guida

(L’ordine delle attività di questa giornata potranno essere modificate a discrezione dell’equipaggio responsabile del Tour)

*Rientro in hotel

*Cena presso un ristorante locale.

 Giorno 10 (30 marzo)

*Trasferimento dall’hotel in aeroporto

*Rientro come da biglietto aereo

Fine dello Swimtrekking Tour alle Galapagos.

Come arrivare

Da qualsiasi aeroporto internazionale arrivare a Quito o Guayaquil e prendere un volo locale per l’aeroporto di Baltra situato sull’isola di Santa Cruz. Le migliori compagnie aeree per raggiungere le Galapagos dall’Ecuador sono LAN http://www.lan.com/es_ec/sitio_personas/index.html# e Tame https://www.tame.com.ec/index.php/es/
Al vostro arrivo a Baltra sarete ricevuti dalle guide. Inizio del Tour Swimtrekking delle isole Galapagos.

Sistemazione

Alloggeremo in hotel  semplici e confortevoli in camere doppie e rispettivamente a Santa Cruz presso la Posada del Mar, a Isabela presso Casa de Marita e a San Cristobal presso Casa Blanca. Chiunque desiderasse alloggiare in camera singola dovrà farne esplicita richiesta al momento della prenotazione e pagare il supplemento che verrà richiesto dalla struttura.

Pasti

La colazione sarà servita tutti i giorni nella struttura degli Hotel dove saremo alloggiati. Il pranzo è previsto al sacco e consiste in sandwich, snacks, frutta e acqua oppure in paese (a seconda del programma della giornata). Le cene invece saranno servite in diversi ristoranti locali. Tutti coloro con problemi di intolleranze o con diverse abitudini alimentari (vegetariani, vegani ecc.) su richiesta, potranno avere dei menù personalizzati. Si prega cortesemente di darne comunicazione scritta prima dell’inizio del viaggio.

Temperature e condizioni meteo

Marzo: temperatura dell’aria: tra 27C° e 32°C; temperatura del mare: tra 23°C e 26°C.

Cosa portare

Si consiglia di portare sandali da trekking adatti per camminare su sentieri sconnessi, sulle rocce e in grado di entrare in acqua, torcia (possibilmente subacquea), macchina fotografica (possibilmente subacquea), una penna USB o hard disk esterno (per memorizzare le foto del campo), un capello per la protezione dai raggi solari, una sacca telata (Ikea) per il trasporto delle proprie attrezzature, posate da campo, un coltellino multiuso. Suggeriamo un abbigliamento pratico e sportivo (un paio di pantaloni, t-shirt e calzoncini) che comprenda almeno una giacca a vento e una felpa pesante.

Requisiti richiesti

L’attività dello Swimtrekking si basa sul nuoto. Sarà quindi fondamentale che tutti i partecipanti sappiano nuotare i due stili principali: lo stile libero e lo stile dorso. Specifichiamo inoltre che non sono assolutamente importanti i tempi di percorrenza e la tecnica individuale ma una discreta capacità di resistenza. Si richiede quindi una certa consuetudine con l’attività sportiva di qualsiasi genere sia pur blanda. Le persone molto sedentarie non sono adatte a questo tipo di esperienza. L’attività di Swimtrekking migliora la propria tecnica individuale nel nuoto, sviluppa l’autocontrollo e la conoscenza di se, fa conoscere una serie di tecniche quali l’apnea e il salvamento, studia la flora e la fauna, il moto ondoso, i venti e le correnti, rafforza e accresce le dinamiche del gruppo. Chiunque può quindi affrontare in maniera positiva l’esperienza di un campo Swimtrekking se interessato a sperimentare le conoscenze da noi proposte. I campi Swimtrekking sono aperti anche ai diversamente abili fisici (autosufficienti o con accompagnatore) che si integreranno nell’attività di Swimtrekking con i normodotati.
Le minime conoscenze natatorie richieste a tutti per partecipare ai campi Swimtrekking sono la conoscenza dei due stili: stile libero e stile dorso.

Punti di interesse

Santa Cruz (Indefatigable)

Il nome inglese è lo stesso di una nave della flotta britannica. Ha un’area di 986 km² e un’altitudine massima di 864 metri sul livello del mare. Santa Cruz è l’isola che ospita la maggiore popolazione umana dell’arcipelago, nella città di Puerto Ayora. Sull’isola si trovano la stazione di ricerca Charles Darwin e il quartier generale dell’autorità del parco nazionale delle isole; presso il centro di ricerca opera un allevamento di tartarughe che si occupa del reinserimento di questi animali nel loro habitat. Le zone collinari di Santa Cruz possiedono una vegetazione lussureggiante e sono famose per i tunnel di lava. A Santa Cruz si trovano numerose tartarughe. Black Turtle Cove è uno sito circondato da mangrovie che le tartarughe marine, le razze e piccoli squali usano come zona di accoppiamento. Altro sito dell’isola è Cerro Dragòn, noto per la laguna dei fenicotteri, lungo i cui sentieri è possibile vedere le iguane mangiare.

Isabela (Albemale)

Chiamata così in onore della regina Isabella di Castiglia, che finanziò il viaggio di Colombo. Con un’area di 4588 km² è l’isola più grande dell’arcipelago. Il suo punto più alto è la sommità del vulcano Wolf, con un’altitudine di 1707 metri sul livello del mare. La forma dell’isola è il risultato della fusione di sei grandi vulcani in un’unica terra emersa. Sull’isola abbondano i pinguini, i cormorani di terra, le iguane marine, le sule, i pellicani e i granchi. Alle falde e nelle caldere dei vulcani di Isabela si possono osservare le tartarughe giganti e le iguane di terra. Tra le specie di uccelli si annoverano i fringuelli di Darwin, i falchi e le colombe. Degna di nota è anche la vegetazione delle zone a quote inferiori. Puerto Villamil, il terzo insediamento umano dell’arcipelago per popolazione si trova all’estremità sud-orientale dell’isola.

San Cristóbal (Chatham): intitolata a San Cristoforo, patrono dei marinai, nella versione spagnola e al conte Chatham in quella inglese, ha una superficie di 558 km². Il suo punto di massima altitudine è a 730 metri sul livello del mare. L’isola ospita colonie di fregate, leoni marini, tartarughe giganti, uccelli tropicali, iguane marine, delfini, sule dalle zampe azzurre e dalle zampe rosse e gabbiani a coda di rondine. La sua vegetazione include la Calandrina galapagos e il Lecocarpus darwinii nonché alberi come il Guaiacum officinale. Il più grande lago d’acqua dolce dell’arcipelago, la Laguna El Junco, è sito nell’altipiano di San Cristóbal. La capitale dell’arcipelago, Puerto Baquerizo Moreno, sorge sull’estremità meridionale dell’isola.

Importante

Distanza media di percorrenza a mare giornaliera: 5 chilometri.
I programmi saranno guidati da Istruttori e Guide Swimtrekking qualificati.
Gli istruttori Swimtrekking saranno responsabili di tutta la parte organizzativa, logistica e tecnica del campo swimtrekking.
Il programma “giornata tipo” è da considerarsi orientativo. Orari e itinerari saranno sempre soggetti a modifiche in presenza di avverse condizioni meteo-marine ed eventualmente le attività potranno essere cancellate.